Porto Azzurro, rivive la chiesa dei carcerati

Con il contributo determinante della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, sarà ristrutturata e recuperata la Chiesa seicentesca di San Giacomo Martire, all’interno della cittadella carceraria di Porto Azzurro, all’Isola d’Elba.
La chiesa è chiusa al culto dal 2004 a causa delle precarie condizioni di stabilità, e per ottenere attenzione il direttore del carcere, Francesco D’Anselmo, aveva anche scritto una lettera a papa Francesco. Ai lavori di recupero parteciperanno anche i detenuti.